La Stampa Torino: Gtt aumenta i biglietti per salvarsi dal crac.

La Città dovrà farsi carico dei 15 milioni ancora mancanti: l’ipotesi resta Iren.

Nel nuovo piano previsti 5 milioni di introiti in più all’anno. Giallo sul via libera degli advisor.

Doveva arrivare ieri in mattinata, poi nel pomeriggio. Alle nove di sera ancora niente, tanto che tra i protagonisti del salvataggio di Gtt – ormai quasi disperato – cominciava a serpeggiare un certo nervosismo. L’ultima versione, l’ennesima e forse ultima, del piano industriale che dovrebbe permettere all’azienda di rilanciarsi evitando la procedura fallimentare prevista dalle legge Marzano sulle grandi imprese insolventi, è comunque quasi pronta. Gli advisor incaricati dall’azienda di trasporto pubblico, con la società di revisione Deloitte, hanno limato per una settimana le cifre, non senza tensioni con Gtt, cui sono stati chiesti numeri, delucidazioni, chiarimenti in quantità monumentale.

apri articolo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *